In memoria di Anatolij Karol

E poi c’è la non notizia. La non notizia è la storia edificante. La non notizia è la buona novella, quella che tutto sommato non sposta niente perché il mondo in cui vogliamo vivere – fingendo invece di rifuggirlo, di volerlo diverso, di odiarlo – è un mondo fatto di sfiducia, di farabutti da temere, di lucchetti da chiudere e non di porte da aprire e di braccia da tendere. Camminiamo a spalle strette temendo di essere depredati, derubati, persino scacciati dal nostro stesso Paese

http://www.robertosaviano.com/in-memoria-di-anatolij-karol/

Annunci