fact checking · hactivismo · partner digitale

#politica Grillo – Pizzarotti. La tua opinione fattela da solo

Si è avvicinato alla politica nel 2009 con l’impegno nel Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo. Alle elezioni regionali del 2010 si candida alla carica di consigliere regionaledell’Emilia Romagna, ma non viene eletto[2].

Nel marzo 2012 si candida per il Movimento 5 Stelle alla carica di sindaco di Parma per le elezioni amministrative del 6 e 7 maggio 2012, successive alle dimissioni del sindaco di centrodestra Pietro Vignali e al commissariamento della città. Al primo turno ottiene il 19,47% e accede al ballottaggio contro il candidato del centrosinistraVincenzo Bernazzoli, presidente della provincia di Parma, forte del 39,20% dei consensi. Il 21 maggio Pizzarotti vince il ballottaggio con il 60,22% dei consensi e diviene pertanto sindaco di Parma. Si tratta del primo sindaco di un capoluogo di provincia appartenente al Movimento 5 Stelle[3].

Nel novembre 2015 Pizzarotti è stato nominato dall’Anci presidente della Commissione Politiche ambientali, Territorio, Protezione Civile, Energia e Rifiuti[4].

Durante il suo mandato Parma è stata la prima città italiana a entrare nella lista delle Città creative dell’Unesco per la gastronomia, e la quinta città italiana nella classifica realizzata da Ernst & Young delle Smart Citiy 2016.[5] Il debito pubblico del comune è stato ridotto del 45%,[6][7] sono stati stanziati 64 milioni di euro per opere pubbliche[7][8], è diventata la prima città capoluogo di provincia in Emilia Romagna ad aver raggiunto il 74% di raccolta differenziata e primo municipio con circa 200 mila abitanti ad aver superato il 65%[9], la città è risultata la prima nella regione per crescita nel turismo[10], è stato smaltito l’amianto presente nelle scuole comunali[11][12][13], TIM ha investito circa 8 milioni di euro per coprire la città con una banda ultralarga[14] e sono stati inaugurati un nuovo complesso di alloggi popolari[15], un nuovo palasport cittadino[16] avviando i lavori per la nuova cassa di espansione a protezione dell’argine[17][18] e della ricostruzione del ponte ciclopedonale della “Navetta” quasi interamente distrutto dallo straripamento del torrente Baganza del 13 ottobre 2014[19][20].

Polemiche e fuoriuscita dal Movimento 5 Stelle

Nel maggio 2016 viene indagato per abuso di ufficio a seguito di un’inchiesta sulle nomine al Teatro Regio.[21] Il 13 maggio 2016 viene sospeso dal Movimento 5 Stelle tramite un comunicato sul blog di Beppe Grillo[22].

Il 16 settembre 2016, a seguito dell’archiviazione delle accuse a suo carico[23], Pizzarotti chiede invano di essere reintegrato all’interno del Movimento 5 Stelle, definendo illegittimo il trattamento ricevuto.

Il 3 ottobre 2016, in una conferenza stampa convocata presso il municipio di Parma, annuncia la propria fuoriuscita da Movimento 5 Stelle, dichiarando di non riconoscersi più nella linea di tale formazione politica e nell’atteggiamento tenuto anche nei suoi confronti da Beppe Grillo e da vari altri esponenti di spicco[24].

 

 

e ancora

 

 

Federico Pizzarotti dice “Addio” al M5S e continua il suo lavoro di sindaco, insieme alla squadra di governo del Comune

Da diversi giorni era atteso, ora è ufficiale: il sindaco di Parma Federico Pizzarotti lascia il Movimento 5 Stelle.
Lo ha annunciato lunedì in un’affollatissima conferenza stampa, alla presenza di vicesindaco, diversi assessori e consiglieri comunali di maggioranza.
Il “divorzio” dal Movimento non avrà effetti sul Governo della città: “Per noi non cambia nulla – ha puntualizzato Pizzarotti – andremo avanti nel governo della città, non c’è nessuna crisi di maggioranza in vista. Lavoreremo con l’attuale squadra di Governo e con il gruppo 5 Stelle che la sostiene, e che ha assicurato il suo appoggio, ma che deciderà autonomamente come presentarsi in futuro. Lavorare per la mia città è il primo pensiero di ogni giorno”.
Pizzarotti ha anche chiarito che nulla è ancora deciso sulla sua eventuale candidatura e che al momento non esiste alcuna lista civica, anche se non è escluso che si farà: “Tutte le altre ipotesi che si leggono sui giornali – ha detto – sono fantasiose e prive di fondamento”.
Aprendo l’incontro con la stampa, Federico Pizzarotti ha definito la scelta di lasciare il M5S “un passo non semplice che ho dovuto fare, dopo 144 giorni di una sospensione ingiusta e non prevista da alcun regolamento e di silenzio assordante da parte dei vertici”.
“Ringrazio Beppe Grillo perchè so che senza di lui non mi sarei alzato dal divano – ha aggiunto il sindaco – ma sono un uomo libero e non posso che lasciare un Movimento che è cambiato dalle origini e nel quale oggi non mi riconosco più. Non accetto di aver paura ad esprimere le mie opinioni alla luce del sole, diversamente da quello che accade a tanti, compresi molti parlamentari”.
Poi ha parlato di Parma e del Comune: ” Mi si dice che trascuro il Comune: non è vero, sono qui 12 ore al giorno per amministrare insieme ad una squadra compatta di cui vado orgoglioso. Pago a caro prezzo il fatto di aver messo il bene della città davanti ai proclami del Movimento. Lavorando – ha continuato – avrò fatto anche degli errori, ma gli errori servono a crescere”.
Pizzarotti ha quindi elencato alcuni risultati ottenuti dal Comune di Parma in questa legislatura “che purtroppo non hanno mai trovato posto sul blog di Gillo”: riduzione del 45% del debito pregresso di 850 milioni di euro, 150 milioni di investimenti in 5 anni, tante scuole rimesse a posto, senza amianto, più sicure dai rischi di terremoto e energeticamente “risparmiose”, raccolta differenziata al 75% grazie alla costanza e alla determinazione dell’assessore Folli, designazione (prima in Italia) come “città creativa UNESCO della gastronomia”.

 

 

 

e ancora

 

 

e ancora

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...