Il computer quantico funziona e batte ogni record: l’annuncio di Google


Si apre una nuova era nell’informatica

“In queste ore Google ha inveceannunciato di aver ottenuto risultati significativi, da test e sperimentazioni, che mostrerebbero come il computer D-Wave funzioni realmente e riesca a elaborare con velocità mai viste. Hartmut Neven, capo del Quantum AI Lab di Google a Los Angeles, ha spiegato che i suoi ricercatori sono giunti all’importante traguardo dopo aver pianificato e realizzato una serie di test fra il computer D-Wave e un convenzionale computer con processore singolo. “Su un problema creato appositamente per dimostrare il concetto abbiamo ottenuto una prestazione 100 milioni di volte più veloce rispetto al normale” spiega.”

Leggi il resto qui

http://www.appy-geek.com/Web/ArticleWeb.aspx?regionid=6&articleid=53592850&source=digest&tagid=-19&tagname=Ultime%20Notizie

Annunci

I partiti ingrassano ed i risparmiatori si uccidono


“10 milioni di rimborsi elettorali sbloccati dall’Ufficio di presidenza della Camera, dopo l’approvazione della cosiddetta legge Boccadutri, che ha consentito l’erogazione senza alcuni controlli sui bilanci da parte dell’apposita Commissione di vigilanza”

http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2015/12/09/camera-sblocca-10-mln-fondi-per-partiti-m5s-protesta_d6af1009-4ef3-4238-8541-04846e3805bd.html

E ieri un risparmiatore di Banca Etruria si è tolto la vita per aver perso tutti i risparmi in obbligazioni della stessa banca.

Pensionato si uccide a Civitavecchia: aveva perso 100 mila euro col provvedimento salva-banche
L’uomo ha spiegato il gesto in una lettera. A trovare il cadavere è stata la moglie.
http://www.lastampa.it/2015/12/09/italia/cronache/pensionato-si-uccide-a-civitavecchia-aveva-perso-mila-euro-col-provvedimento-salvabanche-MhSyBkGHZlP3DKR1zJf5HO/pagina.html

Occorre che ogni cittadino si informi anche attraverso internet sulle conseguenze delle azioni di questi politici scellerati.

#politica #governo-incapace

Attenzione: mail su finti rimborsi Telecom/Tim tentano di rubare le carte di credito | Il Disinformatico


Molti utenti internet condividono catene di S. Antonio inutili. Prendiamo l’abitutidine di condividere i servizi antibufala. Più persone usano il web in maniera consapevole e minori saranno le truffe in cui si può incappare.
La cultura è l’unico cammino verso la libertà.

"Su molte delle mie caselle di mail è arrivato questo messaggio, apparentemente proveniente da servizio.clienti, che m’invita ad accedere al servizio per ottenere un rimborso di 110 euro. Il messaggio è una trappola: non seguite le sue istruzioni.

È un classico tentativo di furto dei codici delle carte di credito: lo segnalo perché è fatto meglio della media (poche sgrammaticature, loghi credibili, mittente apparente molto credibile) e perché ha superato ripetutamente i miei filtri antispam, cosa piuttosto insolita."

Leggi tutta la storia qui…

http://attivissimo.blogspot.it/2015/10/mail-con-finti-rimborsi-telecomtim.html?m=1

Anonymous pubblica la guida per aspiranti hacker


Divulgare informazioni su tecniche di hackeraggio serve esplicitamente ad annullarne gli effetti. Sicuramente oggi è importante prendere coscienza che la nostra “casa digitale” non può essere chiusa da porte senza serrature e che tutti sono responsabili della sicurezza collettiva.

Per scaricare la guida leggi questo articolo su focustech

La scelta di Anonymous di divulgare un documento che esprime i metodi e le caratteristiche dei sistemi di difesa online sono probabilmente dovute alle recenti vicende che vogliono in prima linea gli hacker contro l’ISIS nella lotta al predominio delle libertà e della pace globale dei popoli. Il gruppo di Hacktivisti, così soprannominato, mira ad un’espansione globale del fenomeno che consenta di rispondere al fuoco nemico

http://focustech.it/anonymous-pubblica-la-guida-gli-aspiranti-hacker-online-95875

Umberto Eco e gli imbecilli di Internet (parole esatte)


Le parole testuali di Umberto Eco non lasciano spazio a dubbi.
E non c’è dubbio che l’analfabetismo funzionale sia uno dei problemi che come società dobbiamo affrontare per poter contribuire a migliorare il mondo (o, almeno, a non peggiorarlo).

La Rete é però anche il luogo dove si abbassa il costo della cultura e questo compensa tutti gli altri difetti che sono insiti in una entità che ai suoi esordi nell’uso civile era nata proprio con questo scopo.

Ecco cosa dice realmente Eco:

I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli che prima parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la collettività. Venivano subito messi a tacere, mentre ora hanno lo stesso diritto di parola di un Premio Nobel. È l’invasione degli imbecilli. La tv aveva promosso lo scemo del villaggio rispetto al quale lo spettatore si sentiva superiore. Il dramma di Internet è che ha promosso lo scemo del villaggio a portatore di verità.

#eco #analfabetismo-funzionale