Silvia Deaglio in pensione? Italiani non fate le pecore


Troppo facile e veloce il condividi su Facebook e gli italiani non leggono nemmeno il nome del sito che mette in giro false notizie.
La figlia della Fornero in pensione a 39 anni è una bufala che tenta di scuotere l’indignazione popolare.
Diciamo che abbiamo tante notizie vere per cui essere indignati che forse non c’è bisogno proprio di questi siti pieni di bugie e che di screditano la Rete come fonte di notizie vere ed importanti.

Oltre 27 mila condivisioni. Impariamo a riconoscere i siti fasulli come il Corriere della Pera, che non è il Corriere della Sera. Articolo copia+incollato+modificato per diffondere la bufala del pre-pensionamento della figlia della Fornero.

http://www.bufale.net/home/bufala-silvia-deaglio-la-figlia-dellex-ministra-fornero-in-pensione-a-soli-39anni-bufale-net/

Abbiamo bisogno di più democrazia, proprio ora!


Questo articolo di Jakob Appelbaum ci spiega quale dovrebbe essere la posizione corretta per evitare le strumentalizzazioni che ci saranno ora da parte dei governi per legittimare un restringimento delle nostre libertà civili.
Le tecnologie, dalle quali sempre di più dipendiamo possono essere usate anche contro di noi. Dobbiamo capirne i rischi ed è nostra responsabilità partecipare attivamente alla democratizzazione delle stesse attraverso il processo di aperture dei software che impattano sulla comunità.

Leggi l’articolo e se vuoi, partecipa alla discussione che contrappone fintamente la #libertà alla #sicurezza.

La nostra sicurezza necessita di una forte privacy, la nostra sicurezza necessita di autonomia, necessita di trasparenza ed accountability, necessita di libertà di parola, necessita che i diritti umani fondamentali vengano rispettati. E piuttosto che di meno democrazia, abbiamo bisogno di più democrazia. Piuttosto che sistemi meno sicuri, abbiamo bisogno di sistemi più sicuri. E abbiamo bisogno di usarli, di farli funzionare, di sovvenzionarli. Spero che vi unirete a me nell’installare software libero per la libertà, per combattere contro la sorveglianza di massa, rifiutandovi di essere strumentalizzati dalle persone che più hanno sbagliato nei nostri confronti – i nostri servizi di intelligence.

Ricorda di citare la fonte: http://www.valigiablu.it/abbiamo-bisogno-non-di-meno-ma-di-piu-democrazia/
Licenza cc-by-nc-nd valigiablu.it

Calabria “sbaglia il bando”, niente soldi ai disabili e fondi Ue a rischio. “Dove sono finiti?


È possibile dire che questi amministratori hanno delle responsabilità ed il minimo sarebbe chiederne le dimissioni?

Doveva consentire ai disabili di abbattere lebarriere architettoniche nelle loro abitazioni. Ma su 5 milioni e 200mila euro di fondi europei, la Regione Calabria è riuscita spendere solo 385 mila euro. Il dirigente del settore Politiche sociali lo ha definito un “errore clamoroso” commesso “da chi ha scritto il bando”, che risale al periodo in cui la Calabria era guidata dal centrodestra di Giuseppe Scopelliti. A causa di questo errore, però, centinaia di disabili (che sono stati ammessi al bando dell’Unione europea) da oltre un anno aspettano di essere rimborsati dopo aver anticipato fino a 25 mila euro per i lavori di adeguamento delle abitazioni alle esigenze dei familiari con disabilità. Famiglie che, nel frattempo, si sono indebitate ricorrendo a prestiti.

Marco Costanzo
tel 340 49 31 860
www.PartnerDigitale.com

Dove acquistare scarpe sportive da uomo


Queste stupende LA Trainer da uomo sono dotate di tomaia in mesh e pelle, presentano i mitici plug per regolare l’ammortizzazione e una fodera in tessuto che migliora la traspirabilità. Tomaia in mesh e pelle

– Confortevole fodera in tessuto

– Intersuola preformata in EVA che offre ammortizzazione e leggerezza

– Plug nell’intersuola per regolare il livello di ammortizzazione

– Suola in gomma che garantisce il massimo grip

Le mie prossime scarpe

http://capitansport.com/uomo/scarpe.htmlscarpa-uomo-sport