Non ce la danno a bere?


Puoi condividere questo articolo semplicemente copiando il testo http://bit.do/petrolio

Le persone che bevono l’acqua che deriva dal Lago Pertusillo possono stare sicuri che stiano bevendo acque di buona qualità?

Cosa possiamo fare per cominciare a prenderci cura dei nostri figli e dei figli di tutti?

Urge una crescita culturale degli italiani sulla correlazione tra ecologia e salute della cittadinanza.

Qui sotto alcuni video per poter riflettere.

 

video breve

 

 

 

 

#ciavvelenanopersoldi

Gli hacker sono buoni?


La parola “hacker”, in Italia e nel mondo è sempre più spesso sinonmo di “pirata informatico”. Alzi la mano chi leggendo il titolo di questo articolo non abbia pensato questo.

Il termine hacker è in realtà un termine diverso e mi porta alla mente l’etica dell’ambiente in cui l’aggettivo è stato coniato.

L’etica, la cultura e la filosofiahacker affondano le radici negli anni cinquanta e sessanta, muovendo i primi passi al Massachusetts Institute of Technology (MIT) di Boston. Il termine “etica hacker” è attribuito allo scrittore Steven Levy, che lo descrive nel libro del 1984Hackers. Gli eroi della rivoluzione informatica.[1]. Sebbene alcuni dei fondamenti dell’etica hacker siano stati descritti anche da altri autori (vedasi, ad esempio, il testo Dream Machines (1974) di Theodor Nelson), Levy è considerato il primo ad aver documentato questa filosofia e ad averne individuato i fondatori. Secondo la ricostruzione di Levy, in uno dei laboratori del MIT dove era presente un IBM 704 alcuni studenti, dedicandosi fortemente alla programmazione, segnarono le prime tappe della cultura hacker. Nel linguaggio comune degli studenti del MIT, con “hack” si intendeva un progetto in fase di sviluppo o un prodotto realizzato con scopi costruttivi, con riferimento ad un forte piacere dato dal coinvolgimento nel progetto.[2] Il termine venne adottato estrapolandolo dal comune linguaggio gergale universitario, in cui, col termine “hack”, si indicavano gli scherzi goliardici architettati dagli studenti. L’etica hacker fu descritta come un “nuovo stile di vita, con una filosofia, un’etica, ed un sogno”

Se vuoi conoscere chi sono gli hacker, libera la mente da ogni pregiudizio e compra (dopo aver letto gratis) Il libro “Hackers” di Carlo Gubitosa

Ti basta seguire il link per leggerlo online o scaricarlo

 

 

 

Se vuoi diventre un hacker, una buona lettura per iniziare è questa
https://espertointernet.files.wordpress.com/2011/02/come_diventare_un_hacker.pdf

Gli inceneritori non sono termovalorizzatori!


Quanto bene conosci il problema dei rifiuti che tutti produciamo?

In questo articolo puoi notare come il problema dei rifiuti sia un fatto più sociale di quanto possiamo immaginare. Noi possiamo far molto se induciamo i politici che votiamo a fare scelte eco-compatibili.

L’Italia è messa male in quanto a cultura ecologica.

Un buon sito per informarsi è “No all’Italia petrolizzata”.

Questo l’ultimo articolo

Leggo che il governo Renzi ha deciso con lo Sblocca Italia di costruire almeno 12 inceneritori. Nota: non li potro’ mai chiamare termovalorizzatori, perche’ non c’e’ niente da valorizzare. Sono inceneritori perche’ bruciano monnezza, e dunque inceneriscono.

In Italia ce ne sono 42 gia’ in funzione, sei autorizzati e adesso con i nuovi dodici in Piemonte, Liguria, Veneto, Umbria, Marche, Campania, Abruzzo, e Puglia arriveremo a sessanta.

Ecco allora cosa accade a San Fransisco. La citta’ piu’ verde d’America. Per evitare di generare immondizia hanno deciso di vietare la vendita di bottiglie di plastica tout court.

Leggi il resto qui

http://dorsogna.blogspot.it/2016/01/san-franscisco-vietera-la-vendita-di.html

 

 

Atteggiamento mentale e nuove risorse di finanza agevolata: un convegno nel Cilento il 19 Giugno 2015


Atteggiamento mentale e finanza agevolata, il convegno  organizzato da PartnerDigitale.com

Atteggiamento mentale e finanza agevolata, il convegno organizzato da PartnerDigitale.com

PartnerDigitale.com è media partner per il convegno dedicato agli imprenditori ed agli aspiranti tali del Cilento.

 

L’evento verrà trasmesso in streaming da Radio Free e si terrà il 19 Giugno 2015 presso il

Ristorante Le Capannelle Di Lovisi Angelo
Contrada S.giocondo, Vibonati, SA 84079
0973 366030

dal Titolo: “Imprenditoria Cilentana: Atteggiamento mentale e nuove risorse di finanza agevolata”

Con il seguente programma

Ore 16.00 Inizio dei lavori
Ore 16.15 Saluto ai partecipanti e presentazione delle autorità politiche presenti
ore 16.30 “Perchè non siamo più il Sud del mondo grazie ad Internet” a cura di Marco Costanzo
Ore 17.00 “La metafora del colibrì per ogni imprenditore” a cura di Paulina Acosta
Ore 17.30 “Finanza agevolata nel Cilento: le nuove misure a cui tutti possono accedere” a cura di Nicola Polcaro
Ore 18.00 “Scenari per la crescita cilentana: proposte attuabili” a cura Giuseppe Merola
Ore 18.30 Inizio del dibattito. Domande e risposte moderate da Vito Sansone

Ore 19.00 Chiusura dei lavori

 

La pagina facebook dell’evento per iscriversi alla partecipazione gratuita è la seguente
https://www.facebook.com/events/1594442164169639/

Main sponsor dell’evento è Mangia Arredamenti

Miglior programma per assistenza remota


Se hai un amico smanettone che deve aiutarti a risolvere un problema con il tuo PC che ancora è vulnerabile alle infezioni di trojan e malware, hai bisogno di TeamViewer.
TeamViewer è un software di assistenza remota in grado di stabilire una connessione sicura tra due pc per la condivisione dello schermo, dando anche la possibilità di utilizzare il pc remoto esattamente come se ci fossimo seduti davanti.
Se non conosci Teamviewer, guarda questo video.

 

 

Se vuoi scaricare l’ultima versione, segui il link qui sotto

http://filehippo.com/it/download_teamviewer

 

Se hai difficoltà a scaricarlo, lascia un messaggio.

Marco Costanzo

PartnerDigitale.com

 

 

 

assistenza remota - partnerdigitale.com

assistenza remota – partnerdigitale.com

Marketing: Mobilegeddon


[Articolo offerto da: Hi Performance]

L’Italia è indietro rispetto alle altre nazioni per ciò che riguarda lo sfruttamento aziendale di Internet. Poche aziende hanno spostato il loro business sul sito internet e molte lo considerano solamente come una brochure virtuale, anche poco aggiornata.

I siti internet non devono solo essere belli ma, secondo Google, anche responsive, si devono in pratica adattare al dispositivo con cui vengono visitati.

La parola Mobilegeddon sta ad indicare una pesantissima penalizzazione che Google infliggerà, in termini di posizionamento, a tutti quei siti che ancora non sono pronti per il mondo mobile.

Se vuoi saperne di più puoi registrarti gratuitamente a questo seminario online ed ascoltare direttamente da una voce di Google come questo cambiamento impatterà sul tuo sito.

Venerdì 8 maggio alle ore 16 si terrà un nuovo Hangout On Air in collaborazione con il Team Social di AdWords. Insieme ad Anthony Genova, Account Planner presso l’headquarter Europeo di Dublino, parleremo delle opportunità generate dal cambiamento dell’algoritmo di Google e delle strategie per sfruttarlo al meglio con AdWords.

Modererà Antonio Tresca del Global Customer Experience Team di Adwords a Wroclaw.

Durante l’Hangout risponderemo alle seguenti domande:

Cosa cambierà? Come questo aggiornamento cambierà le strategie di advertising online? Quali sono i suggerimenti per approfittare dei vantaggi che questo cambiamento porterà? 

Come sfruttare al meglio il cambiamento nel ranking del 21 Aprile e accelerare il tuo business grazie ai dispositivi mobili.

In questo Hangout on Air, Antony Genova, Account Planner Google per il mercato Italiano, ci parla delle opportunità generate dal cambiamento dell’algoritmo di Google, il cd. ‘Mobilegeddon’ e le strategie per sfruttarle al meglio con AdWords.

iscirviti qui  Mobilegeddon: tutto il valore del mobile – #HOA co… – Community di AdWords.

Nel frattempo… guarda questo documentario sul motore di ricerca più famoso del mondo

Mobilegeddon: tutto il valore del mobile - #HOA co... - Community di AdWords

[Articolo offerto da: Hi Performance]

Eu-tecnologia: Ricevere una email quando un sito viene aggiornato


Capita a tutti di trovare durante la navigazione dei siti internet che troviamo interessanti e dai quali vorremmo essere avvisati quando vengono immesse nuove informazioni. Sebbene molti sistemi, come questo, abbiamo dei moduli per potersi iscrivere facilmente alla newsletter, ancora troppe pagine web non hanno una gestione dei contenuti professionale.

Per ovviare a questo problema ci viene in aiuto il sito ChangeDetection.com che dal 1999 offre questo servizio gratuitamente.

Questo servizio consente di tener traccia di ogni cambiamento in qualsiasi pagina specifica del web. Il sito è in inglese ma in 3 minuti sarai in grado di monitorare qualunque sito sia di tuo interesse.

Since 1999 ChangeDetection.com has been providing page change monitoring and notification services to internet users worldwide. Anyone can use our service to monitor any website page for changes. Additionally, webmasters use our service to improve their sites and increase traffic.

Anyone can use our free service to track the changes to any page on the net. You will be notified when the pages you are tracking have been changed and you will be able to see a concise list of the edits made to each page over time.

I passaggi da eseguire sono veramente banali:

  1. Vai sul sito https://www.changedetection.com/
  2. inserisci l’indirizzo della pagina che ti interessa monitorare
  3. inserisci l’indirizzo email su cui vuoi ricevere la notifica di ogni cambiamento che si verifichi per quella pagina

Premendo il tasto “Next” verrà visualizzata una pagina in cui non dobbiamo far altro che cliccare il pulsante “Create” perchè le impostazioni di default vanno bene per il 99% degli utenti.

eu-tecnologia: consigli informatici per migliorare la vita. PartnerDigitale.com

eu-tecnologia: consigli informatici per migliorare la vita. PartnerDigitale.com

Quali sono i siti che ti interessano di più? Hai trovato utile questo articolo? Lascia un commento o facci sapere quali sono gli argomenti che vorresti venissero trattati su PartnerDigitale.com

Se hai un’azienda, chiedi la sponsorizzazione gratuita nei nostri articoli.

Sicurezza: Google Password Alert per evitare il furto delle password


Articolo offerto da ScaffaleBox.com

Spesso i giornalisti parlano di “hacker” in modo generico senza distinguere i pirati informatici dai geni che migliorano il nostro mondo sperimentando nuove tecnologie (ed è a loro che andrebbe attribuito correttamente questo termine).

La sicurezza informatica riguarda la consapevolezza che, usando il pc, i tablet o gli smartphone, sono le password la nostra prima forma di protezione dei dati personali.

Google è molto attenta alla sicurezza dei propri utenti e per questo motivo ha creato un plugin per Google Chrome che permette di scovare attività di phishing (siti web fasulli che cercano di carpire nome utente e password per servizi internet usati da utenti poco esperti)

Se usi Google Chrome come programma per navigare in Internet ti consiglio di usare questa estensione che si chiama Google Password Alert

Password Alert aiuta a proteggere dagli attacchi di phishing.
Se inserisci la tua password di Gmail o Google for Work in un sito diverso da accounts.google.com, riceverai un avviso, in modo da poter modificare la password, se necessario.

Password Alert cerca anche di individuare le pagine di accesso di Google false e ti avvisa prima che tu abbia digitato la password. A tal fine, Password Alert controlla il codice HTML di ogni pagina che visiti per verificare se si tratta di una pagina di accesso di Google falsa.

Domande frequenti (FAQ)
-- Quando viene attivata l'estensione Password Alert?
Password Alert si attiverà la prossima volta che inserirai la tua password su accounts.google.com.

-- Password Alert memorizza la password o le sequenze di tasti?
No. Password Alert non memorizza la password o le sequenze di tasti. Memorizza, invece, una miniatura sicura della password, che viene confrontata con una miniatura delle tue sequenze di tasti più recenti all'interno di Chrome.

-- Dove invia i dati Password Alert?
Se la utilizzi in un account Gmail, Password Alert non invia alcun dato dal computer locale. Se il tuo amministratore di Google for Work sceglie di implementare Password Alert nel tuo dominio, riceverà avvisi quando viene attivata Password Alert.

-- Quali sono i limiti di Password Alert?
Password Alert non protegge le finestre di navigazione in incognito, le app di Chrome o le estensioni di Chrome. Inoltre, non protegge le password per i servizi non Google. Password Alert funziona solo all'interno del browser web Chrome quando è abilitato JavaScript.

-- Dove posso trovare maggiori informazioni?
Consulta l'elenco completo di domande frequenti (FAQ) presente all'indirizzo https://support.google.com/a/answer/6197508. In alternativa, puoi visualizzare l'intero codebase open-source all'indirizzo https://github.com/google/password-alert.

Installando questa estensione, accetti i Termini di servizio e le Norme sulla privacy di Google all'indirizzo www.google.com/policies/

Per scaricare l’estensione segui questo link Google Password Alert per Chrome.

Per il futuro stai attento a non confondere gli hacker con i pirati informatici come fa spesso la stampa generalista o almeno aggiunge il termine “criminali”.

Definizioni secondo Wikipedia:
Hacker: un hacker è una persona che si impegna nell’affrontare sfide intellettuali per aggirare o superare creativamente le limitazioni che gli vengono imposte, non limitatamente ai suoi ambiti d’interesse (che di solito comprendono l’informatica o l’ingegneria elettronica), ma in tutti gli aspetti della sua vita.
Cracker: in ambito informatico il termine inglese cracker indica colui che entra abusivamente in sistemi altrui allo scopo di danneggiarli (cracking), lasciare un segno del proprio passaggio, utilizzarli come teste di ponte per altri attacchi oppure per sfruttare la loro capacità  di calcolo o l’ampiezza di banda di rete.

Articolo offerto da ScaffaleBox.com

Se hai letto questo articolo conosci il valore di partnerdigitale.com e puoi sponsorizzare un articolo per la tua azienda? Vai alla pagina Contatti. Il primo articolo lo sponsorizzi gratis.

sicurezza -attenzione ai pirati informatici

sicurezza – attenzione ai pirati informatici – partnerdigitale.com