Distinguere le notizie false da quelle vere e non diffondere le bufale


Internet è il regno delle informazioni che, come l’acqua, possono essere buone o inquinate.

Oggi iniziamo ad imparare come distinguere le informazioni vere da quelle false ed una regola eccezionale che può farci evitare tanti errori.

Il sito Valigia Blu ha pubblicato un ottimo servizio giornalistico sulle Fake News.

7ModiDiDisinformare_VB.jpg

Tutti noi ogni volta che accettiamo in maniera passiva le informazioni, condividendo un post, un’immagine, un video, senza prima aver verificato, contribuiamo ad aumentare il rumore e la confusione. Noi tutti svolgiamo un ruolo fondamentale in questo ecosistema. (…)

Dobbiamo assumerci la responsabilità di controllare in maniera indipendente cosa vediamo online.
Se hai una decina di minuti leggi questo articolo al seguente indirizzo

http://www.valigiablu.it/fakenews-disinformazione/
Licenza cc-by-nc-nd valigiablu.it

 

Se invece vuoi subito la regolina d’oro per non incappare nell’errore di mandare a qualche amico un messaggio falso, prova a fare così:

 

  1. Condividi solo lo stretto indispensabile
  2. Prima di condividere un testo esamina bene il suo contenuto, a prescindere dal fatto che contenga le parole “urgente” e “condividi”
    1. seleziona le prime parole
    2. inseriscile sul motore di ricerca precedute dalla parola “bufala”
    3. se nessun risultato mostra quel testo come falso allora puoi
  3. Condividerlo sui tuoi canali social (Whatsapp, Facebook ed altro) solo se strettamente necessario
  4. Se qualche tuo amico invece ti inoltra un testo od una immagine che non ti convincono devi sempre chiedergli di citarti la fonte, prima di condividere a tua volta.

Internet migliora se miglioriamo noi e se impariamo ad avere la giusta padronanza di questo strumento.

 

Marco Costanzo

Annunci

 “Fake News o Censura? Perché dovresti vederci chiaro


Questo video spiega alle persone che cosa sono realmente le fake news e come le fake news possono essere realizzate anche dai giornali tradizionali anzi soprattutto dai giornali tradizionali e dai media asserviti al potere. Se vuoi essere un cittadino del terzo millennio devi pensare con la tua testa e devi andare a cercare la verità oltre le patinate rivisitazioni che vengono proposte da radio e giornali schierati con chi vuole fare gli interessi di poche persone a scapito del mondo intero.
Ringrazio Claudio Messora per il lavoro incredibile che sta facendo da molti anni per portare fonti indipendenti in Italia assieme a altri valorosi informatori. #factchecking

Attenti ai disinformatori di TV e giornali


Ci sono bravi giornalisti che fanno il loro dovere andando alla ricerca della verità e che mostrano di avere come unico padrone il lettore.

Ce ne sono molti altri che diffondono quelle che vengono definite “fake news” (notizie false) e di cui spesso viene colpevolizzato internet.

La qualità delle notizie è indipendente dal mezzo usato ma dai principi e dalle intenzioni degli uomini che le diffondono.

Guarda questo interessante video di Massimo Mazzucco (e puoi verificare con chi vuoi l’oggettività di tali dichiarazioni) e creati la tua opinione personale.